Quanto può invecchiare un vino? - Enoteca Innusa - Vendita vini a Palermo
Chiudi ricerca
16 Dicembre 2019

Anche i meno esperti lo sanno: l’esperienza che si prova dopo aver stappato una bottiglia d’annata è unica.

Ma quanto può invecchiare un vino? C’è un limite che non va superato?

Partendo dal presupposto che, invecchiando, il vino cambia colore, sapore e profumo, bisogna considerare che questo processo varia il proprio risultato in base al vino al quale si applica. Si tratta di un’evoluzione che è una vera e propria misura del tempo, e che è più gentile con alcuni e impietosa con altri.
Facciamo degli esempi pratici: la maggior parte dei vini bianchi può invecchiare fino a tre anni. Questo perché lasciarli imbottigliati troppo a lungo fa perdere il sentore di fresco e fruttato e, per di più, danneggia il sapore che il bianco acquisisce grazie alle usatissime note floreali.
Eccezioni a questa regola sono i vini corposi come lo Chardonnay (che può invecchiare fino a cinque anni), il Roussane (fino a sette anni) e i vini bianchi della Borgogna, che diventano straordinariamente saporiti dopo quindici anni di invecchiamento.

I vini rosati, invece, non hanno praticamente alcuna eccezione: si prestano a un invecchiamento massimo di due anni a partire dalla data della vendemmia, altrimenti perdono acidità e freschezza aromatica. Aprire un vino rosato dopo più di due anni significa assaggiare un vino “sbiadito”, il cui aroma caratteristico si è perso. Oltretutto, si va incontro a una forte acidità, che rende l’esperienza assolutamente sgradevole.

Per i vini rossi, invece, il discorso è completamente diverso: molti di questi vini possono invecchiare anche per decenni grazie al loro livello alcolico moderato, all’acidità medio-bassa e al livello di tannini.
Questi ultimi, infatti, muteranno lentamente dando alla bevanda un sapore addirittura migliore rispetto a quello che ha al momento dell’imbottigliamento.
I vini che possono invecchiare più a lungo sono il Cabernet Sauvignon, il Nebbiolo, il Tempranillo, il Sangiovese e il Pinot Nero, ma anche Tannat, Sagrantino, Monastrell e vini rossi portoghesi acquistano sapore e carattere con il passare del tempo.
Molti di questi vini sono disponibili presso l‘Enoteca Innusa di Palermo.

Tag:

Resta sempre aggiornato

Resta sempre aggiornato