Regalare un vino, i nostri consigli per un dono davvero riuscito
Chiudi ricerca
Regalare una buona bottiglia di vino è un gesto sicuramente molto apprezzato, anche da chi non beve molto perché durante le feste e le occasioni importanti fa sempre piacere avere in casa una bottiglia da stappare e condividere con amici e parenti.
7 Dicembre 2020

La scelta del vino da regalare, soprattutto quando non si conoscono i gusti del nostro ospite, non è semplicissima e si può rischiare di sbagliare o peggio, cadere nel banale.

Ecco alcuni consigli sul regalare vino e fare sempre un’ottima figura.

Sul vino non si risparmia

Se avete deciso di regalare vino, evitate di cercare il più economico. Si tratta di un errore che vi farebbe fare subito una brutta figura, non tanto per il prezzo, ma perché si tratterebbe dell’ennesimo regalo banale, fatto all’ultimo minuto. Meglio acquistare una buona bottiglia prodotta da una cantina apprezzata, magari del vostro territorio. In questo modo il vostro regalo sarà tutt’altro che banale, ma ricercato e la persona che lo riceverà si sentirà davvero speciale.

Quale formato scegliere?

I formati di bottiglie più diffusi sono in genere due: standard e magnum. La bottiglia di vino standard ha una capienza di 0,75 l, mentre la magnum è una bottiglia di un litro e mezzo. Ma quale scegliere allora? In questo caso la scelta dipende non soltanto da quante persone ci sono a cena o abitano in quella casa, ma anche dal voler offrire un dono che verrà degustato per un’occasione speciale.

Quante bottiglie di vino si regalano?

Innanzitutto è sempre bene prediligere la qualità alla quantità. È sempre meglio regalare una buona bottiglia, aziché due di scarsa qualità. Non c’è una vera e propria regola precisa su quante bottiglie di vino si regalano, ma se avete deciso di regalarne più di una è meglio regalarle identiche oppure seguendo il principio della degustazione verticale.

Il vino giusto per un intenditore

Se il destinatario è un intenditore o appassionato la scelta può diventare davvero difficile. Per andare sul sicuro, potete optare per un’eccellenza vinicola italiana come il Barolo o l’Amarone della Valpolicella. In alternativa, potete puntare su vini da dessert come i Moscati e i Passiti.

Resta sempre aggiornato

Resta sempre aggiornato